Domenica, Novembre 19, 2017
   
Text Size

Motore di Ricerca

L'Età Classica

Sulle origini di San Marco d’Alunzio non si hanno notizie certe ma,  senza alcun dubbio, alla San Marco preesisteva la bizantina Demenna, a questa la romana Haluntium ed ancora la greca Alwntion; è probabile comunque, che la sua popolazione discenda dai sicani e che la sua fondazione risalga al periodo compreso tra la fine dell’età del bronzo e l’inizio dell’età del ferro.
Alwntion infatti, fu città sicana  sia per cultura,  che per la sua  caratteristica ubicazione: nel IV sec. a.C., già ellenizzata, emetteva monete in bronzo con l’iscrizione  in caratteri greci e possedeva nuclei di milizia armata.
Con l’arrivo dei Romani in Sicilia, Alwntion prese il nome di Haluntium e divenne prima città decumana, costretta a pagare un tributo su frumento, orzo, olio e vino prodotti nel suo territorio  poi, all’epoca di Augusto, fu Municipium Aluntinorum e dotata di un acquedotto; una cinta muraria in struttura isodoma  proteggeva la città alla quale si poteva accedere attraverso quattro porte urbiche
Di  questo periodo ci sono pervenute monete in bronzo, numerose  iscrizioni in latino ed un piedistallo in marmo rosso  attualmente custodito nel Museo delle Arti Bizantine e Normanne, su cui risultano incise le impronte di una statua, probabilmente quella di Augusto.
Come testimonia Cicerone nelle Verrine, la città di Haluntium, durante la lotta ai pirati, subì la tirannia di Verre che costrinse gli abitanti a portargli fino al mare tutto l’argento cesellato ed il vasellame presente nella città.La produzione di olio e vino pregiati giustifica la formazione di una flotta necessaria sia per la difesa del suo territorio, che per l’esportazione di tali prodotti facendo presumere che la città svolgesse un’intensa attività commerciale.