Giovedì, Giugno 04, 2020
   
Text Size

Motore di Ricerca

image image image image
Centro Operativo Comunale Con Ordinanza Sindacale n. 9 del 27.03.2020. è stato attivato, presso la sede Municipale di Via Aluntina, il C.O.C. - Centro Operativo Comunale per l'Emergenza di Protezione Civile Epidemia da Covid-19. Attività programmate

Assistenza alla popolazione

Ritiro e consegna medicinali e viveri

Attività di sanificazione di tutto il territorio comunale
San Marco d'Alunzio   A San Marco d’Alunzio, antichissimo paese della provincia di Messina, ventidue chiese, quattro musei, quattro biblioteche ed un tempio greco del IV secolo a.C. dedicato ad Ercole, riescono a suscitare un notevole interesse culturale e turistico. In questo antico paese che dall’alto dei suoi 548 metri domina la costa tirrenica da Cefalù a Capo d’Orlando e fino alle isole Eolie, le pietre di marmo rosso San Marco, ci raccontano la storia delle genti e delle civiltà che si sono succedute.
Chiesa San Salvatore La Chiesa di S. Salvatore fu costruita tra il XVII ed il XVIII secolo. Adiacente al Monastero Benedettino della Badia Grande (fondato dalla regina Margherita di Navarra e dipendente dall’Abazia di Santa Maria di Maniace), è uno dei monumenti più belli del centro aluntino. E’ monumentale e ben conservato il frontale del 1713 che si articola in una ricca composizione in marmo locale: due colonne rotonde e due tortili poggianti su piedistalli arricchiti di stemmi gentilizi e sormontate da capitelli
Il Castello Edificato nel 1061 da Roberto il Guiscardo divenne il centro del nucleo medioevale, che si veniva a costituire nel corso della dominazione Normanna, infatti fu centro amministrativo e di governo. Nel XII secolo, divenne prigione di stato, in cui furono rinchiusi tra gli altri il Vescovo di Agrigento, Gentile ed altri cospiratori contro il cancelliere Etienne de Perche. Nel 1090 divenne sede del governo comitale e nel 1115 municipio.

Misure per contenere l’emergenza COVID-19 (Coronavirus)

Si invitano tutti i cittadini a dare attenta lettura all’articolo 2 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, emanato oggi, 8 marzo 2020

 



 
   


   

   

Referendum costituzionale del 29 marzo 2020

Voto domiciliare per elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione (articolo 1 del Decreto-Legge n1/2006, convertito dalla legge n.22/2006 e modificato dalla legge 7 maggio 2009 n.46) 

L’elettore interessato deve far pervenire al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali e’ iscritto un’espressa dichiarazione attestante la propria volonta’ di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimora tra martedi’ 18 febbraio e lunedi’ 9 marzo 2020.


   

Carnevale 2020




















   

Avviso pubblico

REFERENDUM 29/03/2020
ELETTORI TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO

L’art.4-bis, comma 2, della legge 459,01. modificato da ultimo dall’articolo 6, comma 2, lett.a), della legge 3 novembre 2017, n.165, prevede che l’opzione di voto per corrispondenza degli elettori temporaneamente all’estero pervenga direttamente al comune d’iscrizione nelle liste elettorali entro il trentaduesimo giorno antecedente la data di votazione e, quindi entro il 26 febbraio p.v. L’opzione dovrà pervenire al Comune per posta, per telefax, per posta elettronica anche non certificata, oppure potrà essere recapitata a mano anche da persona deversa dall’interessato.

Modulo richiesta
FAX 0941797391
PEC: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


   

Pagina 10 di 64

Le Manifestazioni

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
PRIVACY                   NOTE LEGALI