Martedì, Settembre 18, 2018
   
Text Size

Motore di Ricerca

image image image image
San Marco d'Alunzio   A San Marco d’Alunzio, antichissimo paese della provincia di Messina, ventidue chiese, quattro musei, quattro biblioteche ed un tempio greco del IV secolo a.C. dedicato ad Ercole, riescono a suscitare un notevole interesse culturale e turistico. In questo antico paese che dall’alto dei suoi 548 metri domina la costa tirrenica da Cefalù a Capo d’Orlando e fino alle isole Eolie, le pietre di marmo rosso San Marco, ci raccontano la storia delle genti e delle civiltà che si sono succedute.
Chiesa San Salvatore La Chiesa di S. Salvatore fu costruita tra il XVII ed il XVIII secolo. Adiacente al Monastero Benedettino della Badia Grande (fondato dalla regina Margherita di Navarra e dipendente dall’Abazia di Santa Maria di Maniace), è uno dei monumenti più belli del centro aluntino. E’ monumentale e ben conservato il frontale del 1713 che si articola in una ricca composizione in marmo locale: due colonne rotonde e due tortili poggianti su piedistalli arricchiti di stemmi gentilizi e sormontate da capitelli
Il Tempio di Ercole   Edificato nel IV secolo a.C., doveva essere un tempio in antis, formato dalla cella le cui pareti laterali si prolungavano in avanti a formare il pronao: i muri laterali terminavano in due ante tra le quali si innalzavano due colonne. Nel XVII secolo, la cella viene adottata a Chiesa Madre e dedicata all'Evangelista San Marco. Nella facciata aggiunta successivamente, il portale ha motivi e decorazioni barocche. Oggi esiste la sola cella, zona sacra riservata ai sacerdoti. E' una costruzione in conci di pietra tufacea.
Il Castello Edificato nel 1061 da Roberto il Guiscardo divenne il centro del nucleo medioevale, che si veniva a costituire nel corso della dominazione Normanna, infatti fu centro amministrativo e di governo. Nel XII secolo, divenne prigione di stato, in cui furono rinchiusi tra gli altri il Vescovo di Agrigento, Gentile ed altri cospiratori contro il cancelliere Etienne de Perche. Nel 1090 divenne sede del governo comitale e nel 1115 municipio.

Assegno di Ricollocazione

L'assegno di ricollocazione è uno strumento che aiuta la persona disoccupata a migliorare le possibilità di ricollocarsi nel mondo del lavoro. Non è una somma di denaro destinata alla persona ma è un buono (voucher) per ricevere un servizio di assistenza intensiva alla ricerca di occupazione da parte di un Centro per l'Impiego o di un'agenzia per il lavoro accreditata.

Al momento possono fare domanda di assegno di ricollocazione i beneficiari di NASpI disoccupati da almeno 4 mesi.
Chi richiede l'assegno potrà scegliere liberamente l'ente da cui farsi assistere: il Centro per l’Impiego o l’agenzia per il lavoro accreditata prescelta assegnerà un tutor che lo affiancherà attraverso un programma personalizzato di ricerca intensiva per trovare nuove opportunità di impiego adatte al suo profilo
.
Leggi tutto



   

Ordinanza Sindacale

CAMPAGNA ANTINCENDIO BOSCHIVO PER IL 2018 .

Divieto di accendere fuochi dall' 1 giugno al 30 settembre

Dall’1 maggio al 31 maggio e dall’ 1 ottobre al 31 ottobre, , è consentita la combustione  di materiale agricolo o forestale proveniente da sfalci, potature o ripuliture, previa comunicazione al Distaccamento forestale competente per territorio secondo i seguenti accorgimenti:

Leggi tutto







 
   

Bando

Gara per l’affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti ai sensi dell’art. 9 della L.R. 12/2011, come sostituito dall’art.1, comma 3, della L.R. 1/2017.

Leggi tutto





   

INVITO DEMOCRAZIA PARTECIPATA

Premesso che ai sensi dell'articolo 6 comma 1 della LR. n. 5/2014 (come modificata dal comma 2 dell'art. 6 della L R. 9/2015), ai Comuni è fatto obbligo di spendere ·il 2% delle somme loro trasferite con forme di democrazia partecipata, utilizzando strumenti che coinvolgano la cittadinanza per la scelta di azioni di interesse comune, pena la restituzione nell'esercizio finanziario successivo delle somme non utilizzate secondo tali modalità.
Che con delibera consiliare n. 16 del 7 giugno 2017 è stato approvato il regolamentocomunale del "Bilancio Partecipativo"
Leggi tutto


   

BANDO

BANDO  Per la selezione dei soggetti da utilizzare nei Cantieri di lavoro da istituire, ai sensi dell'art. 15 comma II della legge regionale 17 marzo 2016 n. 3 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia n. 12 del 18/03/2016.

Scarica bando

I requisiti per l'inserimento nelle graduatorie sono:

  1. età compresa fra 18 anni compiuti·e 67 anni e sette mesi non compiuti;

  2. essere residenti alla data del 07 /05/2018 in uno dei comuni ricadenti nell'ambito di competenza del Centro per l'Impiego di S. Agata Militello;

  3. essere iscritto disoccupato ai sensi del Decreto Lgs.vo 150/2015 o essere inoccupato.


Gli interessati dovranno presentarsi personalmente presso il CPI di S. Agata Militello nel periodo dal 07 /05/2018 al 31/05/2018 nei giorni da Lunedì a Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 11,30 muniti di:

  • copia del documento di riconoscimento in corso di validità;

  • copia codice fiscale; autocertificazione dello stato di famiglia (modello allegato),

  • eventuale certificazione attestante la condizione di cui all'art.27 c. IV L.R. n°27/1991 (ex carcerati o soggetti dimessi da centri di recupero per tossicodipendenti o alcolisti).

  • Inoltre gli interessati dovranno autocertificare i rapporti di lavoro intercorsi negli ultimi 12 mesi utilizzando il modello allegato.


 

   

PROGETTO "POVERTA' ED EMERGENZA SOCIALE-ATTIVITA' SOCIALMENTE UTILI"

INTEGRAZIONE AL P.D.Z. 2013/2015 - II annualità
SI AVVISA

Che nei Comuni di: Castell'Umberto, Alcara li Fusi. S.Salvatore di Fitalia, Galati Mamertino, Longi, Naso, Mirto e S. Marco d'Alunzio saranno attivate le attività relative all'integrazione al P.D.Z. 2013/2015 - II annualità del progetto "Povertà ed emergenze sociali - attività socialmente utili",  al fine di disincentivare ogni forma di mero assistenzialismo impegnando i soggetti interessati in attività di servizio civico come di seguito descritte:
• Attività di custodia, vigilanza, pulizia e manutenzione di strutture pubbliche comunali (palestre, impianti sportivi, Parco Suburbano, edificio municipale etc.)
• Attività di sorveglianza minori che usufruiscono di trasporto pubblico comunale
• Attività di vigilanza presso le scuole
• Attività di salvaguardia e manutenzione del verde pubblico
• Attività di disbrigo pratiche, acquisto generi alimentari, farmaci etc. in favore di persone soli o con bisogni improvvisi
• Pulizia straordinaria delle vie e delle piazze, in particolare dopo momenti di festività cittadina. Che la partecipazione alle suddette attività socialmente utili, non· potrà essere configurata come lavoro subordinato, trattandosi di attività volontaria, dietro compenso forfettario di natura non corrispettiva ma esclusivamente assistenziale.


Istanza di partecipazione (da presentarsi entro l'improrogabile termine del giorno 30 Aprile 2018 presso il
protocollo generale del proprio Comune)


Leggi Tutto




   

Pagina 3 di 48

Le Manifestazioni

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
PRIVACY                   NOTE LEGALI