Lunedì, Aprile 12, 2021
   
Text Size

Motore di Ricerca

image image image image
Centro Operativo Comunale Con Ordinanza Sindacale n. 9 del 27.03.2020. è stato attivato, presso la sede Municipale di Via Aluntina, il C.O.C. - Centro Operativo Comunale per l'Emergenza di Protezione Civile Epidemia da Covid-19. Attività programmate

Assistenza alla popolazione

Ritiro e consegna medicinali e viveri

Attività di sanificazione di tutto il territorio comunale
San Marco d'Alunzio   A San Marco d’Alunzio, antichissimo paese della provincia di Messina, ventidue chiese, quattro musei, quattro biblioteche ed un tempio greco del IV secolo a.C. dedicato ad Ercole, riescono a suscitare un notevole interesse culturale e turistico. In questo antico paese che dall’alto dei suoi 548 metri domina la costa tirrenica da Cefalù a Capo d’Orlando e fino alle isole Eolie, le pietre di marmo rosso San Marco, ci raccontano la storia delle genti e delle civiltà che si sono succedute.
Chiesa San Salvatore La Chiesa di S. Salvatore fu costruita tra il XVII ed il XVIII secolo. Adiacente al Monastero Benedettino della Badia Grande (fondato dalla regina Margherita di Navarra e dipendente dall’Abazia di Santa Maria di Maniace), è uno dei monumenti più belli del centro aluntino. E’ monumentale e ben conservato il frontale del 1713 che si articola in una ricca composizione in marmo locale: due colonne rotonde e due tortili poggianti su piedistalli arricchiti di stemmi gentilizi e sormontate da capitelli
Il Castello Edificato nel 1061 da Roberto il Guiscardo divenne il centro del nucleo medioevale, che si veniva a costituire nel corso della dominazione Normanna, infatti fu centro amministrativo e di governo. Nel XII secolo, divenne prigione di stato, in cui furono rinchiusi tra gli altri il Vescovo di Agrigento, Gentile ed altri cospiratori contro il cancelliere Etienne de Perche. Nel 1090 divenne sede del governo comitale e nel 1115 municipio.


   


   
alt

   

   
alt

Convocazione Consiglio Comunale del 25/03/2021 ore 19:30
Ordine del giorno


   

Fornitura gratuita e semigratuita dei libri di testo a.s. 2020-2021

L’Assessorato dell’Istruzione e della Formazione Professionale Dipartimento dell’Istruzione dell’Università e del Diritto allo Studio ha pubblicato la Circolare n. 1-2021 con la quale specifica le procedure per l’erogazione dei contributi relativi alla fornitura gratuita e semigratuita dei libri di testo per le famiglie con basso reddito. L’agevolazione è rivolta agli studenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado, statali e paritarie, il cui nucleo familiare ha un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), in corso di validità, pari o inferiore a € 10.632,94.
La richiesta di contributo, formulata utilizzando lo
schema di domanda
, dovrà essere presentata alla Scuola frequentata dallo studente entro il 16 aprile 2021. Non è necessario allegare alcuna documentazione di spesa relativa all’acquisto dei libri di testo; sarà necessario conservarne copia per almeno 5 anni ed esibirla su richiesta dell’Amministrazione. Saranno le scuole ad inoltrare ai Comuni di residenza, entro e non oltre il 28 maggio 2021, le richieste presentate dagli studenti. I Comuni, previo opportuno controllo della documentazione pervenuta finalizzata a verificare la sussistenza del diritto al contributo, provvederanno ad emettere il buono libro da spendere esclusivamente presso le librerie e cartolibrerie con CODICE ATECO 4761 e 4762 o, con erogazione diretta a favore dei beneficiari del contributo.

Schema di domanda

   

Pagina 1 di 74

Le Manifestazioni

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
PRIVACY                   NOTE LEGALI